Archivi categoria: Appunti dal mio lavoro

Se l’elasticità è un virus letale

Giovedì, 8:55. Con i gomiti puntati sull’alto bancone e le mani a sorreggere il mento, aspetto che scocchino le 9:00 in punto, per essere autorizzata a formulare il mio quesito all’impiegato addetto all’ufficio. Nessun altro utente, oltre me, è presente. … Continua a leggere

Pubblicato in Appunti dal mio lavoro, Lavori forzati | Contrassegnato , , , , , | 3 commenti

Perché il finale è sempre a sorpresa

Credo che resterà per sempre impresso nella mia memoria e le sensazioni che ne sono  derivate torneranno vive e vibranti tutte le volte che il ricordo riaffiorerà, il giorno in cui mi accorsi di aver errato una notifica, un errore … Continua a leggere

Pubblicato in Appunti dal mio lavoro, Lavori forzati | Contrassegnato , , , | 1 commento

Soffocati sussurri di vita

  Stamattina ho bisogno di guardare il cielo, col suo azzurro intenso e lontanissimo, mentre batuffoli spumeggianti lo attraversano velocemente, incalzati dal vento operoso di primavera. Stamattina ho bisogno di far scorrere le mie dita sulla pelle rugosa e muschiata del grande gelso, … Continua a leggere

Pubblicato in Appunti al sole, Appunti dal mio lavoro, Lavori forzati | Contrassegnato , , | 3 commenti

Chiamatemi supporto psicologico

Arresto subito il flusso dei miei pensieri e mi decido a rispondere al telefono. Dall’altro capo una voce che per un istante esito a classificare nel genere. Cercando forzatamente di assumere una intonazione formale, chiede di poter parlare con l’Avvocato. Finalmente … Continua a leggere

Pubblicato in Appunti dal mio lavoro, Lavori forzati | Contrassegnato , | 5 commenti