Di parcelle e fronti corrugate. Ossia del gratuito patrocinio.

Lavoratore stagionale, così mi dice. Sta vivendo una fastidiosa vicenda legale, iniziata ormai da tre anni, non ancora finita in Tribunale, ma ormai prossima all’inevitabile passaggio.

Viene in studio, accompagnato da un mio vecchio cliente, quest’ultimo certo, bontà sua, che io possa risolvere l’urticante questione. Vengo sottoposta ad un fuoco incrociato di domande che vanno da basilari curiosità su quella che sarà la modalità di approccio alla questione con la controparte, a scenari ipotetici, eventuali e remoti, con relativo grado di probabilità, diagramma di flusso sulle variabili alternative/possibili/concorrenti, normativa vigente e norme desiderate (con inevitabile divagazione sul perché le due cose non coincidano), rito processuale applicabile con (ovvia) conclusione del vabbè-ma-tanto-io-non-so-cosa-significhi e del che-cavolo-mi-chiedi-allora?, dettagliata calendarizzazione del mio intervento e, ovviamente, costo del tutto.

Continua a leggere “Di parcelle e fronti corrugate. Ossia del gratuito patrocinio.”

Annunci